Norme e istruzioni
 
EQUIPAGGIAMENTO
Serve ben poco, un tappeto o una coperta di lana per gli esercizi a terra, mai con abiti stretti possibilmente in costume da bagno.
L'ORGANISMO
Per una corretta esecuzione vanno rispettate delle regole alcune di queste sono l'igiene, la pulizia del corpo e delle narici.
Accedi alle lezioni
Gli esercizi verranno eseguiti a stomaco vuoto e con l'intestino e vescica liberi.
Se convalescenti o dopo una lunga pausa riprendere gli esercizi con moderazione e non state molto sulle posizioni.
CONCENTRAZIONE MENTALE
In ogni esercizio la mente deve seguire, sentire percepire i vari movimenti dei muscoli, nervi, ossa e l'energia che vi serve. Le prime volte troverete fatica, ma se sarete caparbi coglierete ogni istante del movimento "senza dubbio la mente è irrequieta e difficilmente controllabile; ma con la pratica essa si può controllare" (BHAGAVAD-GITA VI,35)
IL RESPIRO
Il respiro va eseguito con le narici seguendo il ritmo del movimento che è sempre armonico, mai di scatto, veloce o frettoloso.
Il respiro sottile quasi ad emettere un leggero suono é fatto con la parte ventrale (respiro detto a mantice).
QUANDO?
Si consiglia di praticare gli esercizi nel tardo pomeriggio dopo aver arieggiato i locali seguendo una cadenza settimanale, liberando un giorno per la meditazione che spiegherò più avanti.
YOGENDA scrive: " l'esercizio fisico se scientificamente applicato è capace di influenzare le ghiandole endocrine proprio come fa con i muscoli, gli organi digestivi, il sistema respiratorio, circolatorio, nervoso. Sta diventando verità scientifica l'asserzione dello Yoga, che la condotta, il carattere e la personalità di un individuo possano essere vigorosamente rettificati dagli esercizi yoga per armonizzarli con la vita sociale e degli ideali morali".
AGITATI?
Quando si è tropo agitati non si deve eseguire l'esercizio yoga, ma ripetere formule psicologiche sull'ottimismo, la calma, la gioia ecc. , respirando leggermente, lentamente, dolcemente, se sarà sopraggiunta la calma, iniziare gli esercizi, diversamente rimandare al giorno successivo e rafforzare l'igiene mentale.
ETICA YOGA
Lo yoga segnala dieci Yamas e dieci Niyamas quali basi etiche.
Le dieci regole di condotta Yamas sono:
Le dieci regole di condotta Niyamas sono:
1) innocuità
1) Equanimità
2) veracità
2) contentezza
3) non rubare
3) fede
4) castità
4) carità
5) perdono
5) devozione
6) pazienza
6) studio
7) compassione
7) intelligenza
8) modestia
8) prudenza
9) moderazione
9) riflessione
10) determinazione
10) determinazione
Per il quarto Yames (castità) è consigliabile ai culturisti spirituali, per gli altri possono tornare utili l'igiene, l'educazione e la moderazione sessuale.
Alimentazione
Lo yoga suggerisce ai suoi cultori di mangiare vegetali, frutta, latte, miele, zucchero, legumi oltre a frumento orzo e riso.
Mangiare con moderazione ne troppo poco ne abbondante.
Eliminare o ridurre drasticamente fumo, alcool, caffè e cibi piccanti.